COVID-19: i Musei sono aperti! Obbligo di prenotazione online il sabato e nei festivi.

%image%

Babies Are Knocking

𝗦𝗧𝗨𝗗𝗜𝗢 𝗦𝗧𝗘𝗙𝗔𝗡𝗜𝗔 𝗠𝗜𝗦𝗖𝗘𝗧𝗧𝗜 è lieto di presentare la mostra collettiva Babies Are Knocking – 𝙄 𝙗𝙖𝙢𝙗𝙞𝙣𝙞 𝙗𝙪𝙨𝙨𝙖𝙣𝙤 a cura di Veronica He, Pia Lauro e Chiara Vigliotti, nella quale oltre quaranta artisti italiani ed internazionali sono stati invitati a ragionare sull’urgenza di vivere che caratterizza l’esperienza del bambino di età prescolare e di come questa si manifesti nel gioco come forma di sperimentazione.

Obiettivo di questo progetto è quello di coinvolgere il visitatore in un percorso espositivo che lega l’agire dei bambini in età prescolare al modo di lavorare degli artisti, spostando anche fisicamente il punto di vista da quello dell’adulto a quello del bambino. La necessità è tentare di mettere in discussione il proprio sentire culturale ed emotivo, in favore di un’esperienzialità – che ispirandosi ai bambini – sia basata sul libero gioco e la capacità di modulare le proprie attitudini, con lo scopo ultimo di trovare nuove soluzioni e interpretazioni della realtà.

Mentre gli adulti si interrogano su l’energica spinta che sarebbe necessaria per sollevarsi dall’emergenza, un’intera generazione di bambini, nati non più di qualche anno fa, continua ad alimentare la propria urgenza di vivere attraverso il senso di impavida conquista del mondo ed al contempo servendosi di una realtà propria fatta di piccole cose concrete: è così che i bambini bussano per intraprendere il loro naturale cammino verso il futuro. Il bambino nel corso della sua prima infanzia è, infatti, quotidianamente alla ricerca di nuove sperimentazioni da compiere: libero da sovrastrutture e ancora privo della concezione spazio-temporale dell’adulto, trasferisce nel gioco il principio intorno cui ruota tutta la sua esistenza, ed è grazie all’esperienza ludica che le possibilità di soluzioni si moltiplicano all’infinito.

Per ragionare in maniera univoca, pur mantenendo l’eterogeneità del pensiero, è stato chiesto agli artisti di mantenersi nelle dimensioni del foglio A4, uno fra i formati a cui il bambino si relaziona sin dalla più tenera età.

Dall’esigenza di far proseguire le riflessioni e spunti nati all’interno della mostra anche al di fuori dello spazio espositivo, nasca la collaborazione con la Scuola Pubblica di Roma “IC Daniele Manin” – plesso F. Di Donato – partner culturale del progetto – e con i suoi studenti della sezione infanzia, al fine di supportare il Piano delle Arti dell’Istituto.
[ENG]
STUDIO STEFANIA MISCETTI is proud to present BABIES ARE KNOCKING, a group exhibition curated by Veronica He, Pia Lauro and Chiara Vigliotti. Over 40 Italian and international artists have been invited to reflect on the urgent desire to live that characterises a pre-school child’s experience, and how this feeling manifests itself in play as a form of experimentation.The aim of the project is to engage the visitor in an exhibition that connects the actions of pre-school children to the artists’ way of working – including by physically shifting the point of view from that of an adult to that of a child. By favouring an experiential approach that – inspired by children – is based on free play and a person’s capacity to modulate their attitudes, the project seeks to question our cultural and emotional sensibilities, with the ultimate aim of finding new solutions and ways of interpreting reality.While the adults ask themselves what kind of energy will be required to recover from the public health emergency, a whole generation of children born no more than a few years ago continue to nurture their urgent desire to live. They do so out of a fearless sense of conquering the world, while drawing on a reality that is made up of small, concrete things. Therein how the babies are knocking on the door to the future, and following their natural path towards it.In the course of their early childhood, children are constantly on the hunt for new things to try. Free of the superstructures in which the adult lives, and lacking their conception of space and time, the child shifts the principle around which their whole existence revolves onto play – and it is thanks to the experience of play that an infinite number of possible solutions emerge.So as to ensure a unified approach, while still allowing for diversity of thought, the artists were asked to make their work no bigger than a sheet of A4 paper, as one of formats with which a child engages from an early age.The need to build on the ideas and reflections generated by the exhibition beyond the gallery space has led to a cultural partnership with the Daniele Manin School in Rome (F. Di Donato school complex). By working with the school’s early-year pupils, the project will also support the institution’s arts program.

Categoria:
Installazione
Tag:
Bruna Esposito / Silvia Giambrone / Corinna Gosmaro / Diego Miguel Mirabella / sara basta / doris bloom / paolo canevari / nicolas combarro / alberto di fabio / maria di stefano / alba d’urbano / paul ferman / silvia fernandez palomar / manuela filiaci / andrea fogli / loredana galante / sandro genesi / alfredo jaar / labics / christiane löhr / doris maninger / rosella mecarelli / narcisa monni / ignasi monreal / piero mottola / giancarlo neri / michele oka doner / orlan / guido orsini / alfredo pea / donato piccolo / claudio pieroni / lucio pozzi / francesco proia / mario rizzi / fiorella rizzo / nordine sajot / gaia scaramella / alice schivardi / gian domenico sozzi / piero steinle / adrian tranquilli / giorgio vigna / alessandro vizzini / mary zygouri

Altre mostre