COVID-19: dal 1 febbraio a Roma i musei sono aperti Lun.-Ven.

%image%

BOY VEREECKEN – Back Matter

Boy Vereecken – Back Matter.
Con opere di Stéphane Barbier Bouvet, Daniel Dewar & Grégory Gicquel, Jana Euler, Ezio Gribaudo, Jos de Gruyter & Harald Thys, Annette Kelm, Marlie Mul, Peter Wächtler.

3 febbraio 2021 – 13 giugno 2021 al Macro – Museo per l’Immaginazione Preventiva
#In-Design

Il belga Boy Vereecken è il primo dei graphic designer internazionali invitati a reinterpretare la propria pratica all’interno IN-DESIGN. Back Matter traduce in un formato espositivo la sua pratica caratterizzata dall’idea di una continua evoluzione delle identità visive.
In un’operazione di slittamento nella tridimensionalità il designer porta in mostra i soggetti originali di alcuni dei suoi principali progetti, tra cui opere di Stéphane Barbier Bouvet, Daniel Dewar & Gregory Gicquel, Jana Euler, Ezio Gribaudo, Jos de Gruyter & Harald Thys, Annette Kelm, Marlie Mul, Peter Wächtler.

Il titolo “Back Matter” si riferisce a tutte le parti che, con funzioni e forme diverse, si posizionano dopo il corpo centrale di una pubblicazione, come ad esempio un epilogo, una postfazione, un’appendice, un colophon o un glossario. Il termine, che definisce il corpo materiale e narrativo che può offrire una riflessione a posteriori sul contenuto di un libro, viene utilizzato in questo caso metaforicamente in riferimento a dieci anni di lavoro di Boy Vereecken.

Boy Vereecken Back Matter, con il supporto di Ufficio di Rappresentanza della Comunità Fiamminga e della Regione delle Fiandre presso l’Ambasciata del Belgio.

In photo/In foto: Detail of/dettaglio di “Mondo Cane (Sateri)”, (2019), Jos de Gruyter & Harald Thys. Courtesy the artist/l’artista, Galerie Isabella Bortolozzi, Berlino/Berlin.

Categoria:
Arte Contemporanea / Design
Tag:
Boy Vereecken

Altre mostre