COVID-19: dal 1 febbraio a Roma i musei sono aperti Lun.-Ven.

%image%

Isaac Julien. Lina Bo Bardi — Un meraviglioso groviglio

Isaac Julien. Lina Bo Bardi — Un meraviglioso groviglio. «Il tempo non è lineare è un meraviglioso groviglio dove, in qualsiasi momento, possiamo scegliere punti e inventare soluzioni. Senza inizio né fine».

Isaac Julien Lina Bo Bardi Un meraviglioso groviglio. Lina Bo Bardi – A Marvellous Entanglement è un emozionante omaggio dell’artista e regista inglese Isaac Julien alla grande architetta italo-brasiliana. Si tratta di un’impressionante installazione video a nove canali, accompagnata da una serie fotografica, girata in diverse località del Brasile, tra cui il Museo d’Arte di San Paolo, il Museo d’Arte Moderna di Bahia e il Teatro Gregario de Matos di Salvador.

Il titolo è una citazione tratta da uno dei passaggi più noti ed evocativi delle lettere di Lina Bo Bardi (“Il tempo non è lineare, è un meraviglioso groviglio dove, in qualsiasi momento, possiamo scegliere punti e inventare soluzioni. Senza inizio né fine”). Qui è interpretato da due delle più grandi attrici del cinema e del teatro brasiliano, Fernanda Montenegro e sua figlia Fernanda Torres.

Con Lina Bo Bardi – A Marvellous Entanglement l’artista visivo e filmmaker Isaac Julien (Londra, 1960) rende omaggio ad una degli architetti più importanti del XX secolo, che, dopo essere emigrata in Brasile dall’Italia, all’indomani della Seconda Guerra Mondiale, ha sviluppato un linguaggio innovativo e fuori dagli schemi. L’opera è un itinerario attraverso i progetti brasiliani dell’architetta dagli anni Sessanta fino agli Ottanta. Ad accompagnarci in questo viaggio è la stessa Bo Bardi, interpretata dalle attrici brasiliane Fernanda Montenegro e Fernanda Torres, madre e figlia nella vita, che nel film diventano l’architetta da anziana e da giovane.

Il movimento è relazione tra individuo e spazio.

Julien ha concepito l’installazione come opera d’arte totale, dai tendaggi alle sedute, e i visitatori sono così immersi in scene che, proiettate su nove schermi, ritraggono alcuni episodi della vita di Lina Bo Bardi. La presenza simultanea delle attrici in alcune scene mette poeticamente in discussione la presunta linearità del percorso biografico e il confine tra finzione e realtà.

Immagine esposizione “Isaac Julien Lina Bo Bardi Un meraviglioso groviglio”: Tecnologia pré-histórica / Prehistoric Technology (Lina Bo Bardi — A Marvellous Entanglement), 2019. Endura Ultra photograph facemounted, 180 x 240 x 7.5 cm © Isaac Julien. Courtesy l’artista e Victoria Miro, London/Venice.

Al Maxxi, gallery 3.

Categoria:
Videoarte
Tag:
Isaac Julien

Altre mostre